Caffè in capsule: guida all’acquisto delle migliori

Le macchine da caffè a capsule sono ormai tra le più diffuse nelle case degli italiani per preparare un buon espresso come quello del bar. Fino a qualche anno fa, per molte macchine da caffè le capsule, così come le cialde, erano molto legate all’azienda produttrice della macchina da caffè e su un determinato prodotto era possibile utilizzare esclusivamente le capsule da loro fornite. Oggi non è più così e molti brand utilizzano uno standard comune che consente di utilizzare, nella stessa macchina, differenti capsule di caffè. Se sei indeciso su quali scegliere, leggi la nostra guida.

Le migliori capsule

Oggi in offerta

Le più vendute

Come sono fatte le capsule

Le capsule di caffè sono porzioni monodose di caffè racchiuse in capsule di alluminio o plastica. Utilizzandole in un’apposita macchina da caffè a capsule potrai ottenere la tua bevanda preferita in pochi secondi, semplicemente cliccando su un pulsante. Il caffè contenuto all’interno di una capsula può essere preparato con miscele diverse, quindi non avrai che l’imbarazzo della scelta.

Ogni capsula contiene dai 5 agli 8 grammi di caffè. Il caffè in capsula costa fino a quattro o cinque volte in più rispetto a quello preparato con una caffettiera classica, ma i vantaggi sono innumerevoli. Infatti è pratica, veloce e non sporca. Inoltre la qualità di un caffè espresso preparato con una capsula è molto alta.

Le capsule sono meglio delle cialde?

Dipende dai propri gusti. La qualità di caffè è equivalente. La differenza principale, tra queste due tipologie di caffè monodose pronto all’uso è data dall’involucro. Che è di forma cilindrica e normalmente realizzato in plastica o in alluminio per la capsula e in carta di cellulosa per la cialda.

Quindi la scelta può essere ecologica, dal momento che le cialde possono essere smaltite, mentre le capsule no. Oppure, economica: le capsule sono più costose delle cialde. Altro criterio che può farti cambiare idea è la conservazione. Infatti, il caffè nelle cialde tende a deteriorasi in fretta, a perdere aroma, mentre nelle capsule si conserva più a lungo.

Come scegliere le capsule per la tua macchina del caffè

Per la scelta delle capsule da utilizzare puoi decidere se orientarti verso le capsule originali, quindi Nespresso, Lavazza o uno qualunque degli altri marchi, oppure acquistare quelle compatibili. Quelle originali saranno sicuramente un po’ più costose, ma probabilmente anche la qualità sarà garantita. All’interno delle capsule compatibili non sarà infatti presente il caffè Lavazza o Nespresso, ma non è detto che non sia altrettanto buono.

Un altro criterio di scelta riguarda il tipo di miscela che si desidera consumare. Le capsule hanno una enorme varietà di gusti, anche maggiore rispetto alle cialde. Alcune saranno più classiche, altre invece più stravaganti. Potrai trovare il classico caffè espresso, nelle sue varianti intenso, cremoso, di pura arabica, ma anche caffè d’orzo, al ginseng e decaffeinato.

Capsule originali o compatibili?

Le capsule originali sono quelle che vengono commercializzate dall’azienda produttrice della macchina da caffè, quelle compatibili invece avranno la stessa identica forma ma all’interno conterranno un caffè diverso. A volte si è portati a credere che le capsule originali offrano una qualità migliore, ma non è detto. Considerando il rapporto qualità prezzo potrebbe non essere così. Moltissime persone infatti scelgono le capsule compatibili, più abbordabili a livello di prezzo, ma con una miscela di caffè altrettanto buona.

Se scegli di acquistare capsule compatibili fai attenzione ad affidarti a marchi che offrono una buona qualità, come ad esempio le capsule Borbone o Illy, che saranno perfette anche su macchine da caffè Lavazza, Nescafè o di altri marchi.

Quanto costano le capsule

Il costo dipende dal marchio produttore. Alcune possono costare anche 40 centesimi l’una. Esistono però alcune aziende produttrici più competitive, senza dover rinunciare al gusto. Una soluzione per risparmiare sull’acquisto di capsule potrebbe essere quella di comprare le confezioni risparmio, che contengono capsule di ottima qualità a prezzi molto più vantaggiosi.

Lo smaltimento delle capsule

Le capsule, a differenza delle cialde sono più difficili da smaltire. Infatti, spesso non sono realizzate in materiali biodegradabili. Possono però essere gettati, a seconda che siano in plastica o in alluminio, nell’apposito contenitore. Occorre però rimuovere i residui di caffè e lavarle sotto il getto dell’acqua. Sicuramente si tratta di un’operazione più lunga e articolata. Alcuni brand invitano i propri clienti a riportare le capsule vuote presso i loro punti vendita, in modo da poterle recuperare o smaltire in qualche modo.