Caffè turco: come scegliere il migliore

Ogni paese ha una sua speciale tradizione che riguarda il caffè. Il caffè turco è sicuramente tra le più rinomate e diffuse. Il caffè turco inoltre è uno dei più antichi caffè al mondo, pensa che già a Costantinopoli, nel 1500, c’era l’abitudine di berlo mentre si parlava di affari o si giocava a scacchi e backgammon. Leggi la nostra guida e scopri tutto quello che ancora non sai sul caffè turco e come scegliere il migliore.

Il migliore caffè turco

Oggi in offerta

Il più venduto

Origine del caffè turco

Il caffè turco viene preparato in Turchia, ma anche nei paesi del medio-oriente e dei Balcani, con alcune varianti. La preparazione del caffè turco prevede l’utilizzo di caffè in grani di alta qualità, che vengono macinati finissimi e messi in un pentolino speciale, chiamato Ibrik, insieme all’acqua. Il caffè turco ha origini così antiche che la leggenda vuole che uno dei primi sia stato preparato da Allah e offerto a Maometto dall’Arcangelo Gabriele. Inoltre, la prima caffetteria venne aperta a Costantinopoli, oggi Istanbul, nel 1500, molto tempo prima dello sviluppo della cultura del caffè in Europa.

Quale miscela utilizzare per il caffè turco

Spesso il caffè turco viene preparato con una miscela arabica, esiste però una versione particolare, chiamata “Mirra“, tipica delle province del sud-est della Turchia. Questa versione comporta la doppia tostatura dei chicchi di caffè di qualità arabica che conferisce al caffè turco un sapore più amaro e un colore più scuro.

L’aspetto più importante però è che sia macinato il più possibile fine. Infatti la polvere dovrà depositarsi sul fondo della tazzina.

Come si prepara il caffè turco

Il caffè turco si prepara con un attrezzo particolare, chiamato “Ibrik” o “Cezve”, a seconda di dove ci si trovi. Infatti, il termine “cezve” viene utilizzato in Turchia, mentre viene chiamato “ibrik” nel resto del mondo.

Si tratta di una caffettiera con un lungo manico. Questa sorta di pentolino ha una lunga tradizione alle spalle, anche se oggi ormai viene utilizzata soprattutto la macchina da caffè turco, un elettrodomestico che in pochi secondi prepara un ottimo caffè turco, senza alcuna fatica da parte tua.

Se si decide di utilizzare l’Ibrik, al suo interno viene inserita una miscela di caffè speciale macinata finissima. Il caffè macinato per preparare il caffè turco deve essere impalpabile. Una volta che si è versata l’acqua nell’Ibrik con lo zucchero e il caffè, si porta a ebollizione il caffè. Una volta salito creerà la crema, a quel punto dovrai servirlo nelle tazzine e aspettare che i fondi si depositino. In Turchia vengono aggiunte anche speciali spezie al caffè, come ad esempio cannella o cardamomo. Prova anche tu, se non hai paura dei sapori diversi.

Chi desidera una bevanda dal sapore più intenso dovrà far bollire il caffè turco per due o tre volte.

Come aromatizzare il caffè turco

Come dicevamo, il caffè turco viene spesso aromatizzato con alcune spezie, soprattutto cannella e cardamomo. Se anche tu desideri provare a bere un caffè turco aromatizzato, dovrai aggiungere queste spezie tagliate finemente, e metterle insieme alla polvere di caffè in modo che si mescolino bene, depositandosi sul fondo alla fine della preparazione.

Quali tazzine per il caffè turco

Il caffè turco viene consumato nelle apposite tazzine basse. Le tazzine possono essere in ottone, ma anche in ceramica o vetro colorato. Il rituale prevede che il caffè turco venga sorseggiato facendo dondolare la tazzina. Inoltre, viene sempre servito per primo l’ospite più anziano della casa, il contrario viene considerato irrispettoso. Dal momento che il caffè turco è molto più denso del normale caffè, è consuetudine non berne più di una tazza.

Caffè turco: i rituali

Il caffè turco ha un ruolo molto importante anche nella vita sociale. Infatti, saper preparare un perfetto caffè turco fornisce una buona reputazione al padrone di casa ed è anche un requisito fondamentale per tutte quelle donne che cercano marito. Infatti, un buon caffè turco deve avere molta schiuma e un sapore denso e corposo.

C’è poi una tradizione molto antica: tutti gli ospiti una volta terminato il proprio caffè turco dovranno rovesciare la tazza sul piattino e qualcuno leggerà loro il futuro nei fondi del caffè, interpretando i disegni formati dai granelli di caffè.

Benefici del caffè turco

Sembra che il caffè turco sia ricco di benefici. Infatti, due tazzine al giorno sarebbero in grado di stimolare il sistema nervoso e cardio-circolatorio, migliorando la digestione e i processi cognitivi.

Ovviamente però occorre fare attenzione, dal momento che contiene una grande quantità di caffeina, addirittura ben due volte superiore a quella contenuta in un espresso.